fbpx

Ri-scatti: la mostra sulle carceri a Milano

Ri-scatti: la mostra sulle carceri a Milano

mostra carceri Milano

Milano ospiterà, fino ai primi di novembre, Ri-scatti, una mostra documentativa sulle carceri della città, dal punto di vista di chi le vive.
Ecco tutte le informazioni sull’evento.

 

Per me si va tra la perduta gente:
la mostra sulle carceri a Milano

Il titolo della mostra riflette a pieno l’intento di che Ri-Scatti.
La citazione all’Inferno dantesco ci suggerisce un viaggio, un’esplorazione all’interno dove le persone vengono condotte per espiare le proprie pene.
Un luogo dove, alla sofferenza causata, si aggiunge una sofferenza interna, generata da ciò che si trova tra le anguste mura delle carceri milanesi.

La mostra nasce da un percorso di avvicinamento tra arte e detenuto, che ha visto la partecipazione di più di cento persone, tra agenti carcerari e carcerati.
Durante gli 11 mesi del corso fotografico “Ri-scatti”, i partecipanti hanno sviluppato le competenze necessarie a documentare nel modo più realistico e valorizzante possibile la propria quotidianità all’interno di queste strutture.
Il progetto ha permesso di dare una spinta in avanti alla necessità di sensibilizzare sul tema del sistema carcerario.
In particolare, è stata data rilevanza al tema delle condizioni in cui sono costretti a vivere i detenuti.

Ri-scatti: informazioni sulla mostra

L’esposizione verrà ospitata sino a domenica 6 novembre 2022, presso il Pac di Milano (Via Palestro).
Questa, realizzata grazie alla collaborazione tra il Ministero della Giustizia e il Politecnico di Milano, ospiterà una selezione di 800 scatti inediti, realizzati durante il corso Ri-Scatti.

Al termine della mostra, ogni scatto verrà battuto all’asta e il ricavato verrà devoluto a progetti dedicati al miglioramento della qualità di vista all’interno delle carceri milanesi.

Orari della mostra:

-Martedì-Domenica: ore 10 -19:30
-Giovedì: ore 10 – 22:30
-Lunedì chiuso

 “Il Pac continua a coraggiosamente a indagare con un inedito sguardo fotografico le realtà più difficili e complesse del nostro presente. Dietro a questo sguardo, che in mostra diventa anche il nostro, possiamo scoprire mondi a noi ignoti, anche se affatto lontani, e comprendere un vissuto altro da noi”

Afferma l’assessore alla Cultura Tommaso Sacchi.

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
CoolinMilan
Iscriviti alla nostra Newsletter
Scarica l' App

VEDI ANCHE: