fbpx

Soggettiva Gallery: il tempio degli Alternative Movie Poster a Milano

Soggettiva Gallery: il tempio degli Alternative Movie Poster a Milano

soggettiva gallery

A Milano arriva Soggettiva Gallery, una galleria dedicata ai poster cinematografici “alternativi”.
Continuate a leggere per scoprire di cosa si tratta.

Soggettiva Gallery e le locandine alternative

Forma d’arte a tutti gli effetti, quella dell’Alternative Movie Poster è una corrente molto apprezzata in tutto il mondo, ma poco conosciuta in Italia.

Nello specifico, si tratta di un format le cui protagoniste sono locandine cinematografiche non ufficiali, ma rielaborate artisticamente dall’estro e il genio di vari creativi.

Per lo più, i soggetti di tale movimento artistico sono i pezzi da novanta del cinema mondiale: grandi classici come Arancia Meccanica, Fino All’Ultimo Respiro, Vertigo o Stand By Me.
Insomma, titoli celeberrimi di cui quasi tutti riuscirebbero a riconoscere la locandina ufficiale.

Tuttavia, da Soggettiva Gallery, primo spazio italiano dedicato esclusivamente agli Alternative Movie Poster, il tradizionale lascia il posto alla reinterpretazione creativa.

Presso la galleria troviamo, infatti, vere e proprio opere d’arte nate dalle rielaborazioni grafiche, espressive ed emozionali delle locandine originali.

Tale forma artistica è caratterizzata, talvolta, dall’assenza della componente didascalica e informativa che non può mancare, invece, quando si tratta di immagini ufficiali.

Cosa propone la galleria

Fondatori della galleria, che trova sede in Via Pasquale Sottocorno 5/A ed è stata inaugurata ieri, sono Alberto Bozzoli e Raoul Simoni.

Ad aprire le danze, la mostra dal titolo MOSTRI (sacri) vs MOSTRI (e basta).
L’allestimento, visitabile da venerdì 18 novembre a sabato 14 gennaio, mette in relazione i grandi nomi del cinema – i cosiddetti mostri sacri, appunto – alle creature mostruose nate dalla settima arte, come King Kong.

Il nome della galleria, per chi se lo domandasse, è una chiara allusione all’inquadratura “in soggettiva”, che avviene quando un personaggio filtra gli accadimenti secondo la personale prospettiva del proprio sguardo.

Quello che in narrativa viene chiamato “prima persona”, quindi, si traduce qui nella rielaborazione che nasce dallo sguardo di innumerevoli artisti diversi.

Voi la visiterete questo weekend, o farete altro a Milano?

 

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
CoolinMilan
Iscriviti alla nostra Newsletter
Scarica l' App

VEDI ANCHE: