fbpx

The Boys: recensione della terza stagione 

Mercoledì si è conclusa la terza stagione della serie Amazon The Boys: facciamo insieme un resoconto delle ultime puntate. 

 

The Boys tra le serie Amazon più seguite 

Cavalcando l’onda del successo Marvel e stravolgendolo allo stesso tempo, la serie The Boys si è garantita un posto d’onore tra le migliori produzioni firmate Amazon Prime Video. 

La trama ricalca una versione distopica dell’universo Avengers.
I supereroi ci sono, certo, ma non sono i paladini della giustizia che tutti si aspettano.
In un mondo ormai soggiogato al potere dei media, i super sono utilizzati più come strumenti pubblicitari, che come guardiani. 

Ogni loro azione è parte di una strategia di marketing, e nessuno di loro è realmente ciò che si vede sui social. Insomma, i supereroi sono dei lupi travestiti da salvatori.  

Ogni loro azione causa morti che vengono insabbiate, ma tutto cambia quando un gruppo di persone accomunate da una perdita causata dai super, decide di porre fine al loro dominio: i Boys. 

La serie, nata nel 2019, ha portato gli spettatori all’interno di una visione del mondo al limite dell’estremo, tra violenza, finzione, malvagi che sembrano i buoni e buoni che sono costretti ad agire come malvagi.  

 

The Boys seconda stagione: cosa è successo 

La seconda stagione di The boys ci aveva lasciato con la bocca aperta: Butcher (Karl Urban) scopre che la moglie Becca (Shantel VanSanten), presunta morta anni prima, è ancora viva, e alleva un bambino, nato da un rapporto non consensuale tra lei e Patriota (Antony Starr).
Stormfront (Aya Cash), nuova paladina dei 7 dai tratti oscuri, si scopre avere un passato nella Germania nazista, cosa che le inimica il popolo social amante dei supereroi.
Dopo una colluttazione che causa la sua morte (o quasi), Stormfront esce di scena assieme a Becca, uccisa per errore dal figlio di lei. 

La seconda stagione ci lascia quindi con il cuore in mano, concludendosi con una scia di devastazione e di quesiti aperti. 

 

La terza stagione di The Boys: recensione

La terza fase della serie Amazon Prime Video ha diviso il pubblico tra chi l’ha amata, e chi invece non ha apprezzato gli ultimi sviluppi della trama.  

Il colpo di scena più destabilizzante è stato sicuramente la scoperta del siero V temporaneo, che ha ribaltato completamente le sorti della squadra anti-super.  

La serie si è sempre basata su uno scontro costituito da due componenti distinte: da una parte il conflitto fisico, mentre dall’altra i social network, che si dimostrano l’unico strumento che possa tenere a bada i super.
In questa nuova stagione, le carte in tavola si rimescolano completamente.
La follia di Patriota lo scioglie dal guinzaglio mediatico, e il siero V diventa l’unica possibilità dei Boys per poter sconfiggere definitivamente i supereroi. 

A sostituire Stormfront nel ruolo di villain troviamo Soldatino (Jensen Ackles), simbolo della vecchia generazione di super. 

Il nuovo “malvagio” tra i malvagi riesce, senza troppe difficoltà, a ricamarsi un posto di valore all’interno dell’universo The Boys, riflettendo una complessità caratteriale tipica dei personaggi della serie. 

E voi? Cosa ne pensate dell’ultima stagione di The Boys? 

 

Quando uscirà la stagione 4 di The Boys? 

Le riprese della quarta stagione di The Boys sono appena iniziate e si presume che uscirà attorno ad ottobre 2023.
Al momento, sembra che l’unico rumor in circolazione sia legato ad un inaspettato ritorno di Black Noir, ucciso da Patriota durante l’ultima puntata della terza stagione. 

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
Condividi articolo
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie

VEDI ANCHE: