fbpx

Bauscia: ecco il significato e da dove deriva il termine

Bauscia: ecco il significato e da dove deriva il termine

bauscia significato

Cosa si intende quando si parla del bauscia milanese?
Amici di Cool in Milan, è tempo di scoprire l’origine di uno dei titoli più comuni che ci vengono appioppati!

Bauscia significato e origini

Per poter comprendere il reale significato di questo termine così strettamente legato al dialetto milanese, bisogna fare un viaggio indietro nel tempo di circa un secolo.

CI troviamo quindi nel capoluogo meneghino all’alba del Ventesimo secolo.
Vestiamo i panni di un gruppo di forestieri che hanno deciso di avventurarsi tra le vie di Milano per scoprirne le beltà.

Giunti ai confini della città, ci troviamo di fronte una figura dall’atteggiamento benevolo, disponibile e felice di accoglierci.
Una sorta di guida, se vogliamo. Origliando alcune frettolose parole dette dai locali, mentre intratteniamo una conversazione con la suddetta guida, scopriamo che questa viene chiamata Bauscia.
Una sorta di guida turistica, che si offre ai passanti come mecenate e consigliere di locali, ristoranti e luoghi da visitare.
Se vogliamo, una sorta di PR ante internet.

Il termine viene usato soprattutto in Brianza, a Lissone, ma fa capolino anche nel dialetto milanese, assumendo però un significato diverso, più dispregiativo: una persona boriosa, che parla e si vanta così tanto da farsi cadere la bava (bauscia) dalla bocca.
Possiamo quindi notare un collegamento con l’accezione brianzola, dal momento che entrambi i significati si riferiscono ad una persona verbosa.

L’epoca della traduzione bauscia in campo calcistico

Il termine inizia ad avere un’accezione prettamente negativa quando, sempre durante i primi anni del XX secolo, viene associato al classico interista.
All’epoca, la maggior parte della tifoseria dell’Inter era costituita da persone di un certo ceto sociale, imprenditori, alta borghesia ed industriali.

I milanisti, invece, erano accomunati dallo status popolano e venivano additati come “casciavit” per marcarne l’estrazione sociale operaia.
Per tutta risposta, i milanisti cominciano a chiamare la tifoseria interista “Bauscia” intendendo persone ricche, egoiste e senza scrupoli.
Ad oggi, il bauscia milanese è il classico imprenditore un po’ egoista, sempre intento a fatturare.
Il milanesotto doc, diremmo, ma senza l’egoismo!

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
CoolinMilan
Iscriviti alla nostra Newsletter
Scarica l' App

VEDI ANCHE: