La campagna di Russia in mostra alla Biblioteca Sormani di Milano

La campagna di Russia in mostra alla Biblioteca Sormani di Milano

russia mostra biblioteca sormani

La campagna di Russia è in mostra alla Biblioteca Sormani di Milano: foto, disegni, lettere e scritti che documentano le vicende della spedizione dal 1942 al 1943.

Ecco tutte le informazioni.

La storia vista attraverso le foto

Si sa, non c’è nulla di meglio che sentire un’opera parlare.
Capita anche a voi, quando osservate un fotogramma, di poter vivere le stesse sensazioni ed emozioni che si provavano all’epoca?

È questo che la mostra “Naufraghi in un mare di neve. Artisti e scrittori italiani nella campagna di Russia (1942-1943)” vuole farci percepire.

Essa è stata organizzata in occasione dell’ottantesimo anniversario della spedizione italiana in Russia, durante la Seconda guerra mondiale.
Infatti, il progetto espositivo vuole esplorare in modo documentaristico le vicende dell’Armata italiana in Russia.

Ovviamente, non c’è modo migliore per farlo se non attraverso le opere artistiche e le testimonianze scritte di autori che hanno vissuto il dramma in prima persona.

A tal proposito, l’assessore alla Cultura Tommaso Sacchi ha affermato che:

Il Comune di Milano prosegue nella sua missione di conservazione della memoria storica, raccogliendo e mantenendo vivi i fatti, le testimonianze e gli eventi che hanno contribuito a formare, nel bene o nel male, l’identità e la storia, non solo di Milano ma di tutto il Paese. (…) Una preziosa mostra documentaria che (…) riporta alla luce gli orrori di quella guerra, ma racconta anche il clima sociale e culturale che ha accompagnato questa missione (…). Un impegno culturale, quello della memoria, al quale non possiamo e non vogliamo rinunciare

Parole molto importanti dato che mancano pochi giorni alla Giornata della Memoria.

russia mostra biblioteca sormani

La Russia in mostra alla Biblioteca Sormani

L’esposizione è visitabile fino al 4 febbraio 2023 presso lo Scalone d’Onore di Palazzo Sormani.

In particolare, il percorso è diviso in quattro sezioni:

  1. La guerra vista dal punto di vista storico;
  2. La guerra vista dai corrispondenti pittori, con l’esposizione delle opere di Cesare Andreoni e Francesco Fedeli. Inoltre, trovate esposte anche le pubblicazioni che raccontano le vicende dell’ARMIR mediante le tecniche dell’illustrazione e del fumetto, oltre ad alcuni disegni originali di Bruno Riosa;
  3. La guerra dal punto di vista degli scrittori, lettere e manoscritti inediti di artisti della letteratura italiana, quali Nuto Revelli, Mario Rigoni Stern, Filippo Tommaso Marinetto e molti altri;
  4. La guerra ripresa dalle macchine da presa al fronte, documenti video che testomoniano e ripercorrono la partecipazione italiana alla Campagna di Russia.

L’ingresso è gratuito.

A voi piacerebbe visitarla?

Scopri le nostre Guide

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
CoolinMilan
Iscriviti alla nostra Newsletter
Scarica l' App

VEDI ANCHE: